Browsing articles tagged with "Social Network | TECNOSTRESS - Part 2"
Set 18, 2012

Disconnect: un film di Henry-Alex Rubin che parla di internet e di net addiction

Giudizi contrastanti per questo film di Henry-Alex Rubin: Disconnect, presentato fuori concorso alla 69a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

La storia, brevemente, è questa:

Un ragazzo viene indotto con uno stratagemma dai suoi coetanei poco responsabili a pubblicare su internet una sua foto nudo, una coppia subisce sul web un furto di identità che provoca il prosciugamento del loro conto corrente bancario, una giornalista cerca di tirar fuori un giovane dal giro dei siti che “vendono” sesso informatico. Le vicende di questi soggetti sono legate una all’altra e alla fine troveranno una composizione in maniera, per loro, imprevedibile.

Quindi si parla di Internet e, nell’idea del regista, di una società nella quale un eccesso di comunicazione informatica ha completamente distrutto il tessuto delle relazioni umane e collettive. Un lungo excursus su come la tecnologia stia cambiando la società attuale: i social network, le chat, tutti espedienti che in teoria dovrebbero favorire la comunicazione e l’interazione tra individui, ma che in realtà ci separano, ci disconnettono più che mai.

Sul flyer ufficiale del film c’è scritto

“Disconnect fonde molteplici storie che parlano di persone alla ricerca di legami umani nel mondo sempre connesso di oggi. Intense, strazianti e toccanti, le storie si intersecano con colpi di scena, che mettono a nudo una realtà scioccante nel nostro uso quotidiano della tecnologia che, facendo da mediatrice, definisce i nostri rapporti e, in fin dei conti, le nostre vite”.

“Volevo raccontare il paradosso di questi tempi, quanto siamo vicini eppure più distanti che mai – spiega Rubin – ho usato un approccio familiare, dando ad ogni attore la possibilità di avvalersi di un’interfaccia, persone che nella vita reale avevano avuto un percorso simile a quello del personaggio. Quello che mi interessava era riprodurre la naturalezza dell’assurdo e per la prima volta ero eccitato all’idea di essere libero, non alla mercé della docu-realtà”.

Come ho detto, i commenti critici sono stati di tutti i tenori, a qualcuno la pellicola è particolarmente piaciuta e l’ha definita da ‘sorprendente e senza troppi virtuosismi’, mentre altri hanno parlato di un “film banale e senza senso” … “di assoluta prevedibilità sul piano della struttura narrativa” che “non propone a chi guarda nulla, se non la propria impostazione ultrasemplicistica e furbamente ammiccante nei confronti del pubblico.”.

Viste le diverse opinioni, è quindi molto più sensato che, se a qualcuno interessa, se lo veda al cinema nei prossimi mesi e si faccia personalmente la sua idea.

Scheda del film
Titolo: Disconnect / Regia: Henry-Alex Rubin / Sceneggiatura: Andrew Stern / Fotografia: Ken Seng / Montaggio: Lee Percy, Kevin Tent / Scenografia: Dina Goldman / Musica: Max Richter / Interpreti: Jason Bateman, Hope Davis, Frank Grillo, Michael Nyqvist, Paula Patton / Produzione: LD Entertainment, Wonderful Films / Paese: USA, 2012 / Durata: 110′

Condividi l'articolo nei tuoi Social

Ricerca European Journal of Social Sciences: “Technostress Levels of Social Network Users Based on ICTs in Turkey”

Sull’European Journal of Social Sciences – Volume 23, Number 2 (2011) è recentemente apparso un saggio intitolato “Technostress Levels of Social Network Users Based on ICTs in Turkey” di Ahmet Naci Coklar (Department of Computer Education and Instructional Technology Ahmet Keleşoğlu Education Faculty, Selcuk University, Konya) e Yusuf Levent Sahin (Department of Computer Education and Instructional Technology Faculty of Education, Anadolu University, Eskis).

La ricerca indaga il livello di tecnostress degli utilizzatori di social network in Turchia. Di seguito, l’abstract di presentazione dello studio:

Abstract

ICTs have become a rapidly renewing and important field. The use of these technologies, which constantly renew themselves in both software and hardware, is a source of pressure for both individual and social health and wellbeing. As a health concern, the pressure caused by intensive use of technology has been coined technostress. This study analyzes the technostress levels of social network users caused by the use of information and communication technologies through several variables. Social network users were chosen based on the assumption that they use and follow information and communication technologies intensively. This research, conducted on 287 participants, used data gathered through an online questionnaire. The study concluded that social networking users have “medium technostress level”, and that the significant contributing factors in technostress were social pressure regarding the use of technology, remembering large quantities of passwords and user names, anxiety regarding data loss, and technology giving shape to professional life. In addition, it was determined that technostress levels vary based on gender, profession and age.

Per scaricare la ricerca completa clicca qui

Condividi l'articolo nei tuoi Social
Pagine:«12

Categorie degli articoli