Browsing articles from "novembre, 2009"
Nov 30, 2009

Yoga antistress con Ateeka

Ateeka_yoga_antistressCon oltre 20 anni di esperienza nello studio e nella pratica dello yoga, Ateeka è un’istruttrice certificata a livello internazionale. È insegnante di yoga presso l’Istituto Yoga Alliance, nonché membro dell’Associazione Internazionale Yoga-Therapists.

Inoltre Ateeka è una mia amica e quando le ho parlato di Tecnostress mi ha detto di aver appena terminato di girare un nuovo video sullo Yoga Antistress.

Si tratta di nuovo concetto di video sullo Yoga, che unisce benessere, natura e arte. Yoga Antistress con Ateeka è un DVD che in 50 minuti ti presenta una serie completa di posizioni yoga, riposanti e ricostituenti, oltre a esercizi di respirazione e un percorso guidato di rilassamento. È l’ideale per rilasciare le tensioni e per imparare a ridurre e controllare meglio gli effetti dello stress nella vita quotidiana.

Le sequenze di asana presenti nel video sono state ideate da Ateeka e il programma è stato girato nell’incantevole scenario della Villa del Balbianello a Bellagio, sul Lago di Como, di film come Star Wars e 007 Casino Royale.

Per acquistare il DVD a 12,90 euro cliccare qui

Condividi l'articolo nei tuoi Social
Nov 28, 2009

Mal di collo e mal di lombi? Leggi qui.

Ecco alcune delle misure di prevenzione consigliate riguardo alla testa e alla colonna cervicale riportate nel documento Inail “Opuscolo informativo sulla prevenzione dei rischi derivanti da posture incongrue prolungate” a cura di Antonino Mele (formato PDF, 4.06 MB).

  • evitare movimenti sempre nella stessa direzione per erronea posizione del documento o del monitor
  • evitare lo scivolamento sulla sedia che oltre a favorire un eccesivo carico sul disco intervertebrale a livello lombare, lo accentua maggiormente a livello cervicale
  • evitare la lettura su una superficie orizzontale o comunque che costringa il capo in flessione
  • evitare di tenere il telefono tra spalla e capo spingendo in su la spalla o inclinando il capo

E i consigli:

  • assumere per qualche minuto, ogni tanto, la posizione di flessione del tronco, con movimento a livello delle anche
  • eseguire la retrazione del mento (spingere il mento indietro)
  • eseguire con la testa movimenti in diagonale: dall’alto a destra verso il basso a sinistra e viceversa, alternando
  • eseguire movimenti in diagonale: dall’alto a sinistra verso il basso a destra e viceversa alternando con l’esercizio precedente
  • solo occasionalmente eseguire la rotazione completa del capo a destra e sinistra. Eseguire con andamento lento e progressivo
  • abbassare e sollevare le spalle
  • eseguire la rotazione delle spalle, ripetere più volte
  • eseguire l’estensione del capo e il ritorno, ma senza fare la flessione

Nello stesso documento sono presentate anche le principali raccomandazioni per la prevenzione dei dolori a livello lombare, dove si manifestano la maggior parte delle problematiche invalidanti legate alla posizione seduta

  • evitare la posizione seduta per lungo tempo
  • camminare o stare nelle posizioni riportate nel documento se compatibili con l’attività svolta utilizzando calzature adatte sia alla deambulazione che al lavoro sedentario
  • evitare il prolungarsi della posizione con il bacino scivolato in avanti
  • evitare le posizioni che richiedono troppa attenzione per essere mantenute
  • evitare di accavallare le ‘gambe’ o perlomeno variare spesso l’arto
  • evitare le sedie che impongono una posizione obbligata per lungo tempo come ad esempio le sedie sagomate
  • modificare spesso la posizione da seduti” (nel documento sono proposte tre varianti)
  • posizionare una spinta lombare (rotolo 8-12 cm di diametro)
  • utilizzare spesso i braccioli o un appoggio sul piano di lavoro
  • utilizzare spesso il piano di lettura come superficie di appoggio e almeno durante la lettura ricercare il movimento dell’anca
  • modificare spesso posizione e se possibile assumerne alcune che simulano la stazione eretta

Condividi l'articolo nei tuoi Social
Nov 21, 2009

Computer e mal di schiena. Che fare?

Tutti coloro che lavorano per la maggior parte del tempo in ‘posizione seduta’ di fronte a un videoterminale sottopongono il loro corpo – muscolatura, articolazioni, nervi e tendini – in posizioni posturali sbagliate  che portano allo sviluppo di dolori muscoloscheletrici, in particolare a livello della bassa schiena e del collo. Questi problemi posturali hanno un grande peso anche nell’accentuare il livello globale di stress nel lavoratore, riducendone le capacità operative.

In questi giorni l’INAIL Sardegna ha pubblicato un “Opuscolo informativo sulla prevenzione dei rischi derivanti da posture incongrue prolungate”, che partendo da un’indagine sui problemi muscoloscheletrici dei lavoratori di un call center, individua le patologie più frequenti e e ci mostra con tante immagini le “misure idonee a prevenire condizioni di disagio lavorativo legate a posture incongrue e movimenti ripetuti che possono interferire con lo stato di benessere dei lavoratori che operano al videoterminale”.

A mio parere, il documento è molto interessante, soprattutto nella parte che illustra con numerose immagini le sequenze di esercizi pratici che possono essere facilmente svolti in pochi minuti sul posto di lavoro e che sono oggi l’unico atto certo in grado di prevenire i dolori dovuti a posizioni di lavoro rigide.

Per scaricarlo clicca qui (pdf, 4.06 MB).

Condividi l'articolo nei tuoi Social

Atti del congresso “Rischio da stress lavoro-correlato: Il progetto dell’area vasta Toscana Nord-Ovest”

Un paio di giorni fa Punto Sicuro ha pubblicato un interessante articolo sullo Stress lavoro-correlato, pubblicando gli atti del convegno regionale “Rischio da stress lavoro-correlato: Il progetto dell’area vasta Toscana Nord-Ovest”, organizzato dall’Azienda USL 1 di Massa e Carrara e dall’Ufficio Formazione Permanente Area Vasta Nord Ovest che si è tenuto  alla fine di settembre 2009 a Marina di Massa.

Durante il convegno – che tra i propri obiettivi primari ha la definizione di prime linee di indirizzo per la valutazione e la gestione del rischio da stress nei luoghi di lavoro – sono stati presentati numerosi atti di grande interesse per l’approfondimento dell’argomento ‘stress’ nell’ambito della sicurezza sul lavoro.

Questa la lista completa
(clicca sul titolo dell’atto per andare al sito di punto sicuro dove scaricare il pdf):

– “Il metodo VIS per la valutazione dello stress: come si migliorano i processi lavorativi?
tratto da Ambiente & Sicurezza del Sole 24 ore
a cura di F. Sarto, L. Vianello,D. Zanella, N. A. De Carlo, A. Falco, L. Dal Corso e G.B. Bartolucci

– “Dibattiti sui rischi psicosociali in Europa. Commenti sulla prima proposta di linee di indirizzo in Toscana
M. Velázquez – Capo dell’Ispettorato del Lavoro e della Previdenza Sociale a Bilbao

– “L’esperienza della Usl 5 di Pisa per il benessere organizzativo
Dott.sa G. Smorto

– “Questionario: Sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro
RLS/RLSSA Ineos, RSPP Ineos, Medico Competente e con la partecipazione di AUSL n°6

– “Evoluzione regionale dell’esperienza dell’Area Vasta Nord Ovest
Dott. D. Sallese: Direttore U.O. Igiene e Salute Luoghi di Lavoro, ASL 8 Arezzo

– “I focus group
A. Possemato: psicologo e sociologo, collaboratore del progetto di AV

– “Gruppo di lavoro e indicatori nella valutazione organizzativa
Dott. Muto, Hirelia

–  “Lo stress in Europa: unità di osservazione dei rischi
Malgorzata Milczarek: European Agency for Safety and Health at Work

–  “I bisogni formativi in materia di valutazione dei rischi stress-correlati
Dott.ssa M.G. Leoni (U.O. Igiene e Salute Luoghi di Lavoro, ASL 6 Livorno) e Dott.ssa Susanna Battaglia (U.O. Igiene e Salute Luoghi di Lavoro, ASL 5 Pisa)

– “Metodologia di valutazione dei rischi stress-correlati. Il metodo elaborato nell’ambito del progetto di Area Vasta
Dott. G. Galli: U.O. Igiene e Salute Luoghi di Lavoro, ASL 1 Massa Carrara

– “Rischi psico-sociali nei luoghi di lavoro. Progetto obiettivo Area Vasta Toscana Nord Ovest
Dott. F. Franco: Direttore U.O. Igiene e Salute Luoghi di Lavoro, ASL 1 MS

– “Attività del Network Nazionale per la Prevenzione del Disagio Psicosociale nei Luoghi di Lavoro
E. Fattorini: ISPESL, Lab. di Psicologia e Sociologia del Lavoro

– “Rischio da stress lavoro correlato: la sperimentazione del metodo
F. Fani: Psicologa, borsista del progetto di Area vasta

–  “Valutazione del rischio da stress lavoro – correlato. Prima proposta di linee di indirizzo
AVNO, Regione Toscana

– “Il Centro per lo Studio del Disadattamento Lavorativo dell’AOUP: Storia dell’esperienza, attività, rete territoriale e prospettive
A. Cristaudo: Direttore U.O. Medicina Preventiva del Lavoro, AOU Pisana

– “L’esperienza del Centro Stress e Disadattamento di Milano: l’evoluzione dell’esperienza assistenziale in tema di patologie da disadattamento lavorativo
Dott.essa M.G. Cassitto: Clinica del Lavoro “L. Devoto”, Milano

– “L’ambulatorio per il disadattamento lavorativo dell’AOUP: il protocollo diagnostico, gli strumenti clinici, la formazione e la consulenza
Dott. R. Buselli: U.O. Medicina Preventiva del Lavoro, AOU Pisana

– “La valutazione dello stress lavoro correlato: una proposta metodologica
Network Nazionale per la Prevenzione del Disagio Piscosociale nei Luoghi di Lavoro

Notizia riportata da Punto Sicuro numero 2276 di venerdì 06 novembre 2009

Condividi l'articolo nei tuoi Social