Ott 10, 2011

Costituito negli USA il gruppo di ricerca IORG: Information Overload Research Group

Con lo slogan “Reducing Information Pollution” si è costituito negli USA è e ha iniziato i suo lavori lo IORG, un nuovo gruppo  di ricerca dedicato alla problematica dell’information overload.

A IORG possono aderire tutti coloro che cercano dati, idee e soluzioni contro l’Information Overload, tra cui ricercatori, imprenditori, operatori del settore, docenti universitari, consulenti, fornitori di soluzioni e individui interessati.

Di seguito, ecco una veloce traduzione dalla presentazione di IORG:

Chi siamo:
Siamo un gruppo di ricercatori, professionisti e tecnici provenienti da mondo accademico, aziende, fornitori di soluzioni e consulenze. Siamo impegnati a ridurre il sovraccarico di informazioni, un problema che diminuisce la produttività e la qualità della vita dei lavoratori della conoscenza in tutto il mondo. Il nostro insieme eterogeneo di membri e le specifiche competenze ci consentono di accedere a idee e soluzioni all’avanguardia e di promuovere la collaborazione tra industria e mondo accademico er aiutarli a sviluppare la scienza della lotta al sovraccarico di informazioni.

La nostra missione:
IORG riunisce di ricerca, soluzioni e persone per aiutare a ridurre l’impatto del sovraccarico di informazioni.

IORG raggiunge questo scopo:
• Cercando di capire gli effetti di sovraccarico di informazioni nella società, tra cui for-profit, senza fini di lucro, e istituzioni governative.
• Facilitando le conversazioni, la collaborazione e il networking tra le persone nel mondo che soffrono di sovraccarico di informazioni, che studiano le persone che vivono questa esperienza, e che stanno sviluppando soluzioni formali e informali, per affrontare il problema.
• Educando le organizzazioni e gli individui circa i costi economici e sociali del sovraccarico di informazioni e sul costo-efficacia delle contromisure.
• Diffondendo soluzioni basate sulla ricerca, comprese le migliori pratiche e tecnologie.

Per visitare il sito di IORG clicca qui.

Condividi l'articolo nei tuoi Social

Leave a comment